vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Abdul Wahid, Noor Nasser

ESRF 2012, Brains-in 2008-2009

Postdoctoral Fellows in Humanities

Research field

TITLE OF THE RESEARCH PLAN

Per la compilazione di un lessico specialistico: il glossario diplomatico italiano

 

OUTLINE OF INTENDED RESEARCH

La diplomazia, per un tempo abbastanza lungo, è stata insegnata congiuntamente al diritto internazionale, di cui appunto il trattato divenne la principale fonte, il che ha portato come conseguenza che tra lessico diplomatico e lessico giuridico vi è stata una simbiosi continua.

Quasi a dimostrare che il linguaggio diplomatico è vivo e vitale, la mutuazione di vocaboli di varia origine continua. Basterà citare "la sovranità limitata", detta anche dottrina Brezhnev, la diplomazia dei "piccoli passi" di Kissinger, la "concertazione" (tra i paesi della CEE), il Summit, il  "non allineamento" (dei paesi che, tra i due blocchi, non vogliono essere neutrali"), il "Nord-Sud", i "paesi emergenti", ecc. Anche qui si tratta non tanto di termini lessicali, quanto di concetti politici e storici. Il linguaggio della diplomazia ha come caratteristica saliente un'internazionalizzazione dei concetti a cui fa riscontro una forte presenza di termini inglesi entrati ormai nell'uso comune.

Nel linguaggio diplomatico si trovano frasi fatte e formule stereotipate che hanno ben poco a vedere con la lingua parlata o con quella dei romanzi e delle novelle, ma che patecipa in un certo senso della natura del linguaggio classico.

Il progetto  nella creazione di un glossario dei termini e delle espressioni del linguaggio diplomatico italiano contemporaneo basato sulla documentazione lessicografica, il mio scopo è quello di occuparmi dei concetti che non sono stati sinora trattati e sopratutto di quelli che hanno caratterizzato gli anni novanta e il primo decennio del nuovo millenio.

From: Jan 01, 2012 To: Dec 31, 2012
From: Jan 01, 2008 To: Dec 31, 2009

Structure

Iraq