vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Game of Fears presenta Immaginari da paura

ISA Topic 2017/18.

La paure più profonde e irrazionali dei nostri giorni trovano origine in un immaginario che, tra Medioevo ed Età moderna, si popola di mostri, esseri strani, streghe, incubi notturni, tra credenze di tipo religioso e superstizioni.

 

Eventi

Alterità e differenza: corpi da paura

8 marzo

  • via Marsala 26, Bologna, dalle ore 15
    Conferenza internazionale con Dario Braga,Elena Luppi, Patrizia Caraffi, Mercedes Arriaga, Massimo Stella, Annagiulia Gramenzi.
  • Cinema Odeon, via Mascarella 3, Bologna,dalle 18:30
    Cristina Bragaglia presenta "Alla ricerca delle donne chef" (2017) di Vérane Frédiani, anteprima nazionale alla presenza della regista.

9 marzo

  • via Marsala 26, Bologna
    Conferenza internazionale con Mercedes Arriaga, Angela Giallongo, Serena Pezzini, Patrizia Caraffi, Nadia Fusini, Annagiulia Gramenzi, Maria Giuseppina Muzzarelli, Cristina Bragaglia,Rosy Nardone, Federica Zanetti.

A cura di Patrizia Caraffi e Annagiulia Gramenzi.

Il senso del cielo tra Medioevo e Età moderna, tra arte e scienza

14 marzo

  • ore 15-17, aula 6
    Reindert Falkenburg (New York University, Abu Dhabi)
    "Hieronymus Bosch: fear and the dark state of the human mind"

10 aprile

  • ore 9-11, Aula Magna
    Fabrizio Bonoli (Università di Bologna)
    "La rivoluzione copernicana: astronomia tra Medioevo e Età Moderna"

11 aprile

  • ore 9-11, Aula Magna
    Vera Fortunati
    "Il fascino dell'ignoto nella pittura europea dell'età moderna"

A cura di Irene Graziani e Maria Vittoria Spissu.

 

Il ciclo ISA Topic Game of Fears Immaginari da paura

A cura di:
Patrizia Caraffi, Annagiulia Gramenzi, Cristina Bragaglia, Angela Giallongo (Università di Urbino), Mercedes Arriaga (Università di Siviglia), Nadia Fusini (SNS di Pisa), Massimo Stella (SNS di Pisa), Serena Pezzini (SNS di Pisa) Irene Graziani, Fabrizio Bonoli, Reindert Falkenburg (New York University - Abu Dhabi) Vera Fortunati, Maria Vittoria Spissu.

In collaborazione con
Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica,
Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche,
Dipartimento delle Arti.