vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Le voci arcane. Palcoscenici del potere nel teatro e nell'opera tra Sette e Novecento

Workshop internazionale.

25/05/2017 dalle 10:00 alle 18:00

Dove Sala Rossa, Palazzo Marchesini, via Marsala 26, 40126 Bologna

Contatto di riferimento

Aggiungi l'evento al calendario

Il teatro e l’opera, fin dalle sue origini, si configuravano come generi drammatici regni di valenza politica. Se la loro funzione era, da una parte, quella di fungere da raccordo tra il potere e il suo interlocutore, dall’altra essi rappresentavano generi all’interno dei quali venivano elaborati, perpetuati e trasmessi dei fondamentali “scenari di potere”.

La giornata di studi si propone di esplorare varie questioni legate alla rapresentatio maiestatis nel teatro drammatico e musicale europeo dal Sette al Novecento, riflettendo in particolare su due domande fondamentali: in primo luogo, essa vuole investigare come (e se) cambiano la rappresentazione del potere e il coinvolgimento politico del pubblico nel teatro musicale e di parola nel contesto di diversi regimi politici, e in particolare dall'assolutismo alla rivoluzione francese, fino all’epoca risorgimentale. In secondo luogo, la giornata di studi vuole ricostruire, a partire dalle analisi ravvicinate di alcuni casi specifici, come (e se) si trasformano le modalità allusive e metaforiche dei testi teatrali, operistici e melodrammatici quando essi, da strumenti della celebrazione (ma spesso anche della sovversione nello stesso tempo) della monarchia diventano dei veicoli di un’esaltazione patriottica risorgimentale.


Organizzazione scientifica Tatiana Korneeva, Eurias Fellow.

 

In collaborazione con:
Freie Universitaet Berlin
Marie-Curie Actions - European Commission
Eurias - European Institutes for Advanced Study